ASSISTENZA CLIENTI: info@svapoboss.it | SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A 50€ E CONSEGNA IN 24 ORE
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Come svapare

Avete finalmente scelto il kit giusto e i componenti migliori per realizzare la vostra e-cigarette e siete ansiosi di iniziare a svapare? Ecco alcune semplici informazioni da tenere presente per farlo nel migliore dei modi! È arrivato il momento di iniziare a svapare e di calarsi in un mondo totalmente nuovo!
Come svapare
  1. Cosa sapere sullo svapo
  2. Come svapare senza tossire
  3. Svapare con tiro di guancia e tiro di polmone
  4. Svapare senza nicotina
  5. Svapare con liquidi organici
  6. Svapare con controllo della temperatura
  7. Due ulteriori consigli

 

Cosa sapere sullo svapo

I neofiti della sigaretta elettronica potrebbero essere intimiditi da questo dispositivo elettronico. Fumare una sigaretta tradizionale e una e-cigarette rappresentano due esperienze totalmente diverse. Anche se c'è una leggera curva di apprendimento da affrontare per saper svapare, noi siamo qui per questo.

I nostri consigli vi aiuteranno a capire subito come svapare, facendo attenzione ed evitando spreco di tempo e liquidi.

  • Prima di tutto, bisogna sapere che le e-cig si spengono e accendono, ovviamente senza l'uso del fuoco come le sigarette normali, ma con l’elettricità fornita dalla batterie al litio ricaricabile. Naturalmente ogni sigaretta elettronica ha un proprio modo di accendersi e spegnersi, e normalmente, con quelle manuali, è necessario premere il pulsante di svapo dalle 3 alle 5 volte. Con quelle automatiche basta iniziare ad inalare.
 
  • Per iniziare a svapare con le e-cig manuali è necessario premere il pulsante apposito. Non fatevi intimidire da quel pulsante. Può sembrare strano premere un tasto per fumare, ma vi ci abituerete presto. Le e-cig automatiche invece, hanno bisogno di “sentirvi” per iniziare a produrre fumo. Un'inspirata via boccaglio e la resistenza si metterà subito in moto tramutando il liquido aromatico e l’eventuale nicotina in vapore con una diffusione immediata.
 
  • Come anticipato, le sigarette elettroniche sono diverse l’una dall’altra e alcune dispongono di impostazioni personalizzabili e strumenti accessori per ottenere un’esperienza su misura. Come primo consiglio, vi suggeriamo di impostare inizialmente una bassa temperatura di fumo (voltaggio e wattaggio con bassi valori). Affinato maggiormente il rapporto vapore-sapore, si può anche iniziare a fumare a temperature maggiori (valori più alti di volt e watt). Iniziare con temperature basse, consente di non svapare subito in maniera brusca e aggressiva. La prima impressione è quella che spesso rimane e potrebbe condizionare il resto dell’esperienza.
 
  • Svapare non èun’operazione monotona. Con la sigaretta classica i “tiri” sono pressoché simili l’uno all’altro. Con la sigaretta elettronica avrete invece la possibilità di variare molto il tiro, rendere il fumo più o meno caldo, variare le impostazioni relative alla potenza di combustione e ottenere gusti diversi da quello del tabacco e della nicotina.
 
 
 

Come svapare senza tossire

Molti svapatori alle prime armi possono avere colpi di tosse provocati dalla sigaretta elettronica. In realtà non è la sigaretta elettronica in sé a generare i colpi di tosse, ma alcune errate abitudini e modi di svapare da cui è possibile liberarsi:

  • presenza di danni alla gola provocati dalle classiche sigarette. È necessario attendere che il vostro corpo si disintossichi dal tabacco prima che inizi ad abituarsi al “nuovo” fumo.
  • voltaggio della sigaretta elettronica errato per il tipo di resistenza utilizzata
  • dose troppo alta di nicotina nel liquido da vaporizzare;
  • resistenza dell’atomizzatore esaurita;
  • liquido con aromi troppo forti, cui non si è abituati;
  • e-cig sporca internamente.
Se se alle prime armi e ti capita di tossire mentre svapi, scopri come non tossire quando si svapa!
 

Svapare con tiro di guancia e tiro di polmone

Svapare di guancia e di polmoni sono due modalità di fumare la sigaretta elettronica molto diversi tra loro.

Svapare di guancia significa aspirare brevemente con la bocca per poi mandare il poco vapore creato nei polmoni.

In questo modo si “sentono” maggiormente gli aromi diluiti e contenuti nel liquido a base di glicole propilenico e glicerina vegetale o glicerolo.

Svapare di polmone, invece, porta i fumatori ad aspirare direttamente nei polmoni, con un’azione più intensa che porta a generare un vapore più denso e a “godere” maggiormente dell’effetto provocato dalla nicotina presente nel liquido base.

Svapare di polmone​​​​​​​

Svapare senza nicotina

La comodità per chi usa sigarette elettroniche è quella di poter variare gradualmente la concentrazione di nicotina nel proprio liquido base fino a diminuire sempre più la dipendenza ed eventualmente eliminarla.

Molti fumatori svapano con liquidi senza nicotina, ottenendo, in primis, effetti positivi sulla propria salute e quella degli altri presenti intorno.

Fumare senza nicotina, naturalmente, non significa inalare vapore senza sapore. Esiste una gran quantità di aromi che rendono piacevole l’esperienza.

I liquidi da usare con la propria e-cig disponibili sul mercato sono già pronti o divisi per sostanze singole.

Gli svapatori alle prime armi dovrebbero affidarsi ai kit già pronti, selezionando solo l’aroma desiderato, mentre coloro che hanno già una certa esperienza possono acquistare le singole sostanze e miscelarle definendo le percentuali di composizione per ognuna.
 

Svapare con liquidi organici

Il liquido necessario alla vaporizzazione nelle sigarette elettroniche è una soluzione fatta di diverse sostanze diluite insieme: glicerina vegetale, glicole propilenico, acqua (se necessaria), aromi e nicotina (facoltativa).

Gli aromi servono a dare gusto e sapore al vapore e in commercio ne esistono un’infinità.

Nella maggior parte dei casi si usano quelli creati chimicamente, ma esistono anche i cosiddetti liquidi organici, che contengono estratti naturali prelevati dalla pianta e/o macerati per fornire sapori e odori ineguagliabili. I liquidi organici sono però più aggressivi dei liquidi di origine chimica e tendono ad usurare molto prima le resistenze degli atomizzatori e anche, con minore frequenza e intensità, i serbatoi.
 

Svapare con controllo della temperatura

Le moderne sigarette elettroniche permettono di svapare avendo sotto controllo la temperatura della resistenza.

La funzione, nota come TC, controllo temperatura per l’appunto, permette allo svapatore di impostare un limite di temperatura oltre il quale la resistenza non può andare, generando il tipo di vapore, più o meno caldo, che più soddisfa.

Le temperature da settare dipendono anche da alcune regole generali, oltre che da sensazioni e convinzioni personali.

Se si vuole evitare di "steccare" (cioè di svapare a cotone secco) è bene settarla intorno ai 220°-230°; in ogni caso è bene che resti inferiore ai 280°.
 

Per non sbagliare basta impostare su 270°.

La temperatura solitamente dipende dal tipo di materiale con cui è fatta la resistenza: ni (nichel), ti (titianio), ss (acciaio). Le resistenze prefatte, di solito, sono in khantal, che non raggiunge alte temperature, molto spesso quindi svapare in controllo della temperatura non è necessario; rimane più utile fumare in vw (variwatt).
​​​​​​​

Due ulteriori consigli:

  1. l’acqua nei liquidi è “amica” del TC,

  2. le miscele “full VG” (quelle con maggior percentuale di glicerina vegetale nel liquido base rispetto al glicole propilenico) richiedono temperature più alte per essere svapate.