ASSISTENZA CLIENTI: info@svapoboss.it | SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A 50€ E CONSEGNA IN 24 ORE
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Cos'è il chubby?

Ogni componente delle sigarette elettroniche viene proposto in diverse versioni per soddisfare differenti esigenze. Scopriamo che cos'è il chubby e le caratteristiche di questo drip tip.
Cos'è il chubby?
  1. Cos'è il chubby nella sigaretta elettronica
  2. A cosa serve il chubby nella sigaretta elettronica
  3. Come scegliere il chubby in base al materiale

Cos'è il chubby nella sigaretta elettronica

Il chubby rappresenta un boccaglio specifico per il tiro di polmone.

Si tratta quindi di una versione di drip tip, un prodotto che supporta una modalità clouding, così da generare grandi nuvole di vapore per chi vuole praticare il cloud chasing.

Il drip tip può sembrare poco importante, però è essenziale per garantire il funzionamento dell’atomizzatore.

I prodotti chubby, proprio come accade per tutte le tipologie di drip tip, si differenziano l’uno dall'altro per varie caratteristiche, come il colore e la presenza del tappo (trasparente o no), il formato e il modello che supportano meglio. Inoltre hanno forme diverse, ad esempio piatta o tonda.


​​​​​​​

 
In genere il vaper assapora meglio l’aroma ed è possibile effettuare la rigenerazione della resistenza usando cotone organico e fili resistivi. Questa soluzione consente di concentrare in uno spazio piccolo una maggiore quantità di vapore perché l’erogazione del liquido è molto più fluida.

 

In particolare, un drip tip chuff o chubby aumenta la resa degli aromi concentrati e migliora le prestazioni di una resistenza sub-ohm e delle sigarette elettroniche a due tubi.

A cosa serve il chubby nella sigaretta elettronica

I bocchini chubby sono adatti sia ai liquidi composti che ai liquidi pronti, tuttavia è fondamentale che si utilizzino atomizzatori per il dripping. È un fattore da tenere in grande considerazione perché non tutti i modelli sul mercato possono supportare questo sistema di tiro. Sul mercato si può trovare una linea di flaconi adatti per questi articoli.

In definitiva il chubby è indicato per:

  • la modalità di svapo clouding e sub-ohm, volta a creare grandi nuvole di vapore: infatti lo svapo viene erogato in più alta quantità e dona una maggiore soddisfazione;
  • le sigarette elettroniche meccaniche;
  • un tiro di polmone arioso;
  • gli ex fumatori che hanno smesso da poco di fumare. In questo caso è meglio optare per un flacone contenente nicotina perché si avverte meglio questa sostanza rispetto alle altre modalità di svapo;
  • avere una resa aromatica di alto livello, anche nel caso di liquidi scomposti e aromatici. A volte gli utenti acquistano sia un drip tip chubby che kit completi di aromi con cui sperimentare.

Si ricorda che montando questa versione poi non è più possibile regolare il flusso d'aria.

Come scegliere il chubby in base al materiale

Il materiale in cui viene realizzato il chubby è l'elemento che ha la maggiore influenza sull'esperienza di svapo perché varia dal punto di vista termico la funzionalità dell’aspirazione del vapore che la resistenza dell’atom ha prodotto. Se si adotta una batteria molto potente, la trasmissione del calore risulta essere importante ad alti wattaggi.


Le aziende produttrici hanno investito molto sull'estetica del drip tip, così da rendere personalizzato il vape box anche da questo punto di vista e avere un design elegante.

Le soluzioni migliori sono realizzate in resina perché questo materiale garantisce un feeling di bocca confortevole e si adatta perfettamente alle labbra. Inoltre è molto igienico e consente di gestire perfettamente il calore. Garantisce anche un’estrema personalizzazione perché in commercio si trovano modelli molto diversi tra loro per colore, sfumature e design.

Al tempo stesso impedisce la formazione di condensa (la presenza di questa sostanza ha un effetto negativo sull'esperienza di svapo) perché la resina riscalda il vapore. Proprio per questo motivo è un materiale che viene consigliato ai vapers che desiderano uno svapo riscaldato.

Il drip tip dura a lungo perché la resina ha una durezza maggiore rispetto ad altre soluzioni e una grande resistenza agli urti. La resa aromatica è perfetta perché il sapore dell'aroma non viene alterato.

Gli altri materiali più diffusi sono:

  • il carbonio;
  • l’acciaio inox, l’alluminio e gli altri tipi di metallo.
    In genere queste soluzioni garantiscono prestazioni minori per quanto riguarda la gestione della temperatura proprio perché sono realizzate con ottimi conduttori di calore. Di conseguenza i chubby si scaldano mentre si svapa oppure se vengono utilizzati al sole. Sono inizialmente freddi quando entrano in contatto con le labbra, tuttavia si riscaldano velocemente grazie al vapore caldo. La sensazione risultante non risulta essere molto apprezzata da diversi vapers. Quindi è preferibile adottare i modelli in metallo con i dripper di box elettroniche perché è possibile impostare la funzione controllo di temperatura ed evitare il rischio di surriscaldamenti. Questi chubby garantiscono un’estetica di alto livello, tuttavia sono sensibili alle macchie e hanno la tendenza a sporcarsi più facilmente rispetto ad altri materiali, per cui devono essere sottoposti a interventi periodici di pulizia;
  • il silicone.
    Assicura un gusto dell’aroma non alterato e un ottimo isolamento termico. È un materiale molto morbido, perciò il drip tip può staccarsi da solo dalla base dell’atomizzatore. In alcuni casi è possibile usare adattatori;
  • i materiali plastici.
    Si tratta della soluzione meno indicata, soprattutto quando si adottano basi scomposte. Da un lato la plastica è un buon conduttore termico, così da presentare gli stessi problemi e inconvenienti relativi al riscaldamento del beccuccio che affliggono gli articoli in metallo; dall'altro la resa aromatica è inferiore rispetto a quella che si ottiene con gli altri materiali. Di fatto è presente una punta amara o un retrogusto amarognolo che rende il vaping poco piacevole al palato, anche nel caso di una base neutra. I filtri (alcuni atomizzatori li integrano di serie) possono attenuare questo problema, tuttavia le prestazioni di questi modelli sono inferiori alla media. Infine i bocchini in materiale plastico possono raffreddare il vapore in maniera minore rispetto a quanto accade con i drip tip chubby in metallo (acciaio inox o allumino);
  • la ceramica.
    Sono articoli dal design raffinato che garantiscono elevate prestazioni, oltre a essere piacevoli alla vista. Il sapore non viene assolutamente alterato, così come l’aroma. Al tempo stesso garantiscono un’ottima gestione del calore perché non sono mai freddi a contatto con le labbra. È la soluzione ideale per gli svapatori che usano l’e-cig ad alti voltaggi. Comunque bisogna prestare molta attenzione quando si usano e si conservano perché la ceramica è un materiale fragile, che si scheggia e si rompe facilmente in caso di caduta. È necessario optare per prodotti di alta qualità perché i materiali low cost tendono ad assorbire il gusto dell’aroma e quindi contaminano i liquidi vaporizzati successivamente. In questo caso il drip tip diventa un prodotto usa e getta;
  • il delrin.
    È una particolare resina acetalica omopolimero, che è al riparo dai surriscaldamenti e mantiene inalterato l’aroma del fluido. Inoltre possiede le stesse caratteristiche di resistenza e rigidità tipiche dei metalli e delle materie plastiche, evitandone tuttavia gli aspetti negativi;
  • il titanio.
    Si caratterizza per essere antibatterico, atermico, molto resistente e leggero. È necessario optare per i modelli che sono stati testati per il nickel perché diversi utenti sono sensibili a questa sostanza;
  • il vetro.
    Rappresenta un materiale poco presente sul mercato e spesso viene adottato dai collezionisti. I drip tip sono particolarmente fragili (ancor più di quelli in ceramica), quindi devono essere trattati con estrema cura. Si caratterizzano per essere molto eleganti, facili da pulire e consentono un’ottima gestione del calore. Infatti il vetro è un cattivo conduttore di calore.

Si ricorda che la scelta del materiale per il chubby deve essere fatta dallo svapatore in base alle proprie esigenze. È bene che il foro dell’aria abbia dimensioni più grandi rispetto ai valori standard per consentire una maggiore fuoriuscita di vapore. La soluzione maggiormente consigliata per un tiro di polmone è un attacco 810.

Questo fattore supporta al tempo stesso una migliore resa e percezione degli aromi e dei fluidi. Infatti un foro più grande permette di far passare una maggiore quantità di liquido, imbevendo meglio il cotone della resistenza e favorendone il ricambio.