ASSISTENZA CLIENTI: info@svapoboss.it | SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A 50€ E CONSEGNA IN 24 ORE
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Iqos o Sigaretta Elettronica? Confronto tra i due dispositivi

Iqos è una recente alternativa alle sigarette, lanciata sul mercato nel 2015 da Philip Morris e ben diversa dalla sua più nota “sorella maggiore”, la sigaretta elettronica. Conoscete le differenze reali tra i due prodotti?
Iqos o Sigaretta Elettronica? Confronto tra i due dispositivi
  1. Confronto tra Iqos e sigaretta elettronica
  2. Iqos e sigaretta elettronica: differenze in tema salute
  3. Differenze tecniche tra Iqos e sigaretta elettronica
  4. Leggi e normative sul fumo 2.0
  5. Quindi, quale preferire?

Confronto tra Iqos e sigaretta elettronica

- Il "fumo"

La sigaretta elettronica nasce proprio per ridurre i rischi derivanti dal più dannoso dei processi legati al fumo: la combustione. Come suggerisce il nome tecnico di “vaporizzatore”, il fumo della e-cig è in realtà solo semplice vapore aromatizzato.

Quanto a Iqos, le cose stanno diversamente. Il suo particolare meccanismo riscalda del tabacco vero e proprio, secondo una tecnologia proprietaria di Philip Morris, tra i leader del settore del tabacco, che ne ha curato lo sviluppo. Si tratta di uno stick di tabacco che, portato a una temperatura di circa 350°, sprigiona il suo gusto. In questo senso, si può dire che Iqos è più vicino alla sigaretta tradizionale senza però che ci siano fumo visibile o cenere.

- Gestualità 

Sia Iqos che le sigarette elettroniche conservano a loro modo la gestualità e la ritualità del fumo; un elemento di piacere per tutti i fumatori, che viene perso con tecniche alternative di assunzione della nicotina, come i cerotti o le gomme da masticare.

- Tabacco, nicotina, gusto

Iqos, come sostiene la casa produttrice, è dedicata a chi non vuole rinunciare al tabacco.

La sigaretta elettronica, invece, elimina il tabacco e lo sostituisce con dei liquidi che possono avere concentrazioni variabili di nicotina o non contenerne proprio.

Ciò può avere importanti vantaggi, e consente di raggiungere grandi risultati: permette di ridurre nel tempo l’assunzione di nicotina, fino a perdere la dipendenza e smettere del tutto – un obiettivo che con Iqos non ha nulla a che fare.

Inoltre, a differenza degli stick Iqos, gli e-liquid delle sigarette elettroniche possono avere le più diverse aromatizzazioni: potete trovare un’ampia scelta di liquidi nel nostro shop.

Iqos e sigaretta elettronica: quale fa più male? Le differenze in tema di salute

Molti di voi forse si saranno chiesti "fa più male Iqos o il vaporizzatore?".

Senza dubbio entrambi sono meno nocivi delle sigarette tradizionali. Questo perché non prevedono l’inalazione di fumo prodotto da tabacco in combustione e quindi niente monossido di carbonio, catrame, tossine e altri agenti cancerogeni.

Inoltre, sia Iqos che la e-cig riducono i danni dell’esposizione al fumo passivo.

Detto questo però, al momento è la sigaretta elettronica a risultare molto più sicura dell'Iqos. Ecco perché.
 

Iqos e salute

Iqos è stato commercializzato assai di recente, e la letteratura scientifica a riguardo non ha ancora raggiunto un’ampiezza sufficiente. Tuttavia, alcuni studi già suggeriscono più di un’incertezza sulla salubrità di Iqos.

Una recente ricerca, per esempio, prova che il tabacco “tostato” di Iqos sprigiona alcune sostanze simili a quelle delle sigarette tradizionali (pur in quantità più ridotte).

E fin dalla sua introduzione, Iqos ha suscitato i dubbi degli esperti, che hanno evidenziato come esso contenga polveri sottili dannose per i polmoni e portatrici di tumori.

Pur venendo meno la combustione, insomma, Iqos non ne elimina del tutto le conseguenze negative.
 

Sigaretta elettronica e salute

Qui la combustione e i problemi che ne derivano sono del tutto assenti, quindi sotto questo punto di vista, la sigaretta elettronica è più sicura.

Quasi 20 anni di studio (dal 2001, data di nascita della sigaretta elettronica) hanno dimostrato che il vapore della sigaretta elettronica contiene fino al 95% in meno di prodotti nocivi rispetto alle sigarette tradizionali.

Alcuni vecchi allarmismi sostenevano che gli aromi fossero dannosi o contenessero metalli pesanti e altre sostanze nocive. Invece oggi sappiamo che gli e-liquid di qualità contengono quantità pressoché irrilevanti di simili elementi, tanto irrilevanti da non renderli un rischio (se ne possono assumere in quantità superiori con altre azioni di tutti i giorni, come con le emissioni di automobili e industrie, o tramite la comune alimentazione).

Inoltre, molte leggi Italiane o Europee regolamentano la produzione dei liquidi per sigarette elettroniche. Quindi nel nostro Paese l’acquisto di e-liquid da rivenditori autorizzati garantisce di ricevere un prodotto del tutto sicuro.

Inoltre, come abbiamo anticipato, la sigaretta elettronica può aiutare il fumatore a smettere, attraverso una graduale riduzione dei livelli di nicotina.
​​​​​​​Ciò non è possibile con Iqos, che prevede un quantitativo fisso di nicotina nei suoi stick, senza differenza tra un pacchetto e l’altro.

Differenze tecniche tra Iqos e sigaretta elettronica

Passiamo ora alle caratteristiche tecniche dei due dispositivi.

La scelta tra i due dispositivi, sul piano tecnico, può essere influenzata da molti fattori, tra i quali la durata e la manutenzione.
 

Autonomia di Iqos e autonomia delle sigarette elettroniche

Quanto a durata e autonomia, in linea di massima possiamo dire che entrambi i tipi di dispositivi riescono a durare all’incirca una giornata, soddisfacendo le esigenze di buona parte dell’utenza. La differenza sta nel fatto che con la sigaretta elettronica si può avere accesso a batterie di scorta.

L’autonomia di Iqos dipende dal numero di utilizzi, e una ricarica può garantirne all’incirca una ventina.

La batteria delle sigarette elettroniche, invece, non dipende dal numero degli utilizzi, e la sua capacità varia al variare dei modelli dei vari produttori.
Una e-cig può avere una batteria integrata o esterna, grande o piccola che in media durerà almeno una giornata. Però è possibile munirsi di una batteria di riserva già carica, per sostituire quella scarica all'occorrenza.
5dd6b59a5fb8e0a10fabb4c8​​​​​​​

Manutenzione di sigarette elettroniche e di Iqos

Anche la manutenzione dei due dispositivi è differente.

Molte sigarette elettroniche hanno una tipologia di ricarica a sistema chiuso, ovvero mediante le cartucce; altre hanno un sistema aperto, che prevede l’inserimento del liquido direttamente nel serbatoio del cleromizzatore. Naturalmente, la sostituzione della cartuccia è un meccanismo molto rapido, che rende la manutenzione comoda e immediata.

Iqos per contro, anche in questo caso, risente del fatto di utilizzare del vero tabacco nei suoi stick. L’impiego di tabacco riscaldato causa un costante deposito di residui; per questo, necessariamente, il produttore consiglia di pulire Iqos all’incirca ogni venti fumate.

Leggi e normative sul fumo 2.0

L’uso delle sigarette elettroniche, attualmente, è meno regolamentato di quello delle sigarette tradizionali. Al di là di alcune specifiche categorie di edifici pubblici, come scuole e ospedali, utilizzare e-cig non è espressamente vietato in altri locali, a meno di esplicita proibizione del gestore.

Su Iqos, invece, la questione si fa più sfuggente. Sotto il profilo del divieto di fumo, Iqos è un prodotto particolare, a causa della sua caratteristica assenza di fumo e cenere, oltre che della debolezza dell’odore.

Per via della sua introduzione recentissima sul mercato, inoltre, il suo uso non è stato ancora regolamentato nei dettagli.

Però trattandosi di un prodotto del tabacco, è ragionevole pensare che a esso si applichino le medesime norme che regolamentano il consumo delle classiche sigarette. È bene usare Iqos, insomma, solo all’aperto o in locali privati.​

Quindi, quale preferire?

Tirando le somme della nostra analisi, possiamo concludere che la scelta tra Iqos e sigaretta elettronica dipende molto dalle esigenze e dall'esperienza personale di ciascuno.

Il fumatore che cerca soltanto un’alternativa alle bionde può provare Iqos. La sua esperienza non si differenzierà molto da quella del fumo tradizionale, con i suoi pro e – purtroppo – i suoi contro.

La sigaretta elettronica, invece, è la scelta più responsabile per chi vuole smettere di fumare, oppure ama sperimentare gusti e aromi sempre nuovi e diversi, mantenendo la ritualità del fumo ma con un occhio alla propria salute.
​​​​​​​Chi è interessato a provare, può trovare nel nostro shop la sua prima sigaretta elettronica.