ASSISTENZA CLIENTI: info@svapoboss.it | SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A 50€ E CONSEGNA IN 24 ORE
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Liquido sigaretta elettronica con THC

Si sente spesso parlare di liquido per sigaretta elettronica con THC. Ma è possibile? In realtà la sostanza che può contenere la sigaretta elettronica è il CBD, ossia il cannabidiolo ed ecco cosa sapere.
Liquido sigaretta elettronica con THC
  1. Liquidi con THC o CBD?
  2. CBD e sigarette elettroniche
  3. Quali prodotti per sigarette elettroniche esistono con CBD?
  4. Come scegliere la concentrazione di CBD nella sigaretta elettronica?
  5. THC (perché è vietata e perché è meglio non fare i liquidi in casa)

Liquidi con THC o CBD?

La libertà di personalizzazione del liquido da svapare ha portato gli svapatori a ricercare quello che è ormai considerato una chimera: i cosiddetti “spinelli elettronici”, ossia sigarette elettroniche che permettono di svapare liquidi contenenti il THC.

Si tratta di uno dei principali e più noti principi attivi della cannabis (canapa) e il suo uso, essendo considerato alla stregua di una droga, è però vietato dalle leggi e dai governi (italiano compreso) di molti paesi.

Ma da un po' di tempo a questa parte è possibile “cavalcare” quest'idea e riproporla in modo legale facendo uso di un altro principio attivo estratto dalla cannabis sativa, ossia il cannabidiolo (CBD), una componente non psicoattiva.

 

Perché non provare allora gli aromi con CBD disponibili all'interno del negozio di Svapoboss? Clicca sulle schede per vedere il prodotto e acquistarlo senza problemi!

 

CBD e sigarette elettroniche

Il cannabidiolo, noto come CBD, è il principio attivo benefico della cannabis e, a differenza del THC, può essere tranquillamente e legalmente vaporizzato nelle sigarette elettroniche.

Inoltre il CBD non ha effetti collaterali negativi e soprattutto non causa dipendenza, ma regala quel benessere che è noto a chi fa uso di cannabis.

Il CBD è una sostanza utilizzata per i suoi effetti benefici:

  • è leggermente sedativa;
  • allevia dolori e sintomi di diverse patologie;
  • genera sollievo da ansia e stress.

 

Quali prodotti per sigarette elettroniche esistono con CBD?

Esistono vari prodotti in commercio, privi di nicotina, con concentrati di CBD variabili: 20, 100, 200 e 400 mg di CBD.

Solitamente si acquistano gli aromi concentrati da diluire prima dell’utilizzo, come l’Orange Steam o il Pineapple, che uniscono il CBD a profumatissime note fruttate.

Oltre agli aromi, è possibile acquistare anche l’olio CBD, derivante da un particolare tipo di produzione in laboratorio, un cannabinoide molto utile per migliorare in maniera generalizzata il proprio stato di salute e apportare maggiore benessere.

Attenzione: con il CBD è necessario affidarsi ai prodotti già pronti sul mercato, poiché si tratta di una sostanza che, se preparata in proprio per lo svapo, potrebbe risultare troppo densa e rovinare atomizzatori e resistenze non particolarmente prestanti.

 

Come scegliere la concentrazione di CBD nella sigaretta elettronica?

La scelta della concentrazione di CBD nel liquido da vaporizzare è molto soggettiva e dipende dal grado di conoscenza personale di questa sostanza.

Gli assidui svapatori possono scegliere una concentrazione più bassa di CBD, mentre chi desidera un effetto immediato, magari semplicemente per contrastare uno stato ansioso o una piccola infiammazione, può optare per una concentrazione maggiore.

Chi non ha ancora avuto modo di provarlo, può partire con la concentrazione minore per poi decidere sulla base delle proprie esigenze e delle sensazioni provate.

E allora cosa aspetti? Scopri tutti i prodotti nella sezione dedicata all’erba style!

 

THC (perché è vietata e perché è meglio non fare i liquidi in casa)

Il THC (delta-9-tetraidrocannabinolo) si estrae dai fiori di cannabis e ha effetti euforizzanti, antinausea, antiemetici e anticinetosici. Inoltre stimola l’appetito e abbassa la pressione endoculare.
Inoltre è una sostanza psicotropa, cioè in grado di alterare l’attività mentale ed è per questo che è vietato utilizzarlo.

Il THC può essere ingerito, fumato o inalato, ma ha una bassissima solubilità in acqua. Al di là della possibilità o meno di poter utilizzare il THC nei liquidi delle sigarette elettroniche (a livello legale, in Italia, è vietato l’uso di cannabis per consumo personale, la comune "erba"), gli svapatori più esperti sperimentano spesso soluzioni in cui poter diluire questo principio attivo, sotto varie forme e con sostanze delle più disparate.

Per quanto riguarda gli svapatori fai-da-te, effettuando una rapida googlata è chiaro che ognuno utilizza la propria “ricetta” per diluire questo principio attivo nel liquido da vaporizzare. Però non ci sono regole e informazioni ben precise e avventurarsi in questo campo senza direttive fornite dal proprio medico è sempre un azzardo da evitare.

Inoltre, il processo di estrazione del THC puro, che avviene utilizzando CO2 o butano, può causare esplosioni e feriti nei laboratori improvvisati.